Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Neonato abbandonato al San Camillo, 25enne indagata per infanticidio

la donna lo scorso 28 febbraio abbandonò il piccolo

E' indagata per infanticidio Marika, la 25enne romana che dopo aver partorito ha gettato il piccolo in un cestino davanti al reparto di ginecologia dell'ospedale San Camillo il 28 febbraio scorso. La contestazione è stata formulata dal procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani e dal sostituto Paolo D'Ovidio all'esito delle prime risultanze dell'autopsia da cui è emerso che il piccolo è nato vivo. Marika avrebbe nascosto la gravidanza in famiglia ed poi partorito nell'abitazione della sorella nella zona del Trullo nella notte del 27 febbraio.

Agli investigatori Marika ha raccontato di essere rimasta incinta dopo un rapporto occasionale. Dopo il parto il piccolo è stato chiuso in una busta di plastica ed avvolto poi in un lenzuolo. E' inoltre emerso che nella giornata del 28 febbraio Marika è uscita portandosi dietro il corpo del neonato chiuso nella sua borsetta. Colpita poi da dolori per una emorragia ed è dovuta ricorrere alle cure mediche al San Camillo. Ai medici ha poi confessato l'accaduto.

[12-03-2013]

 
Lascia il tuo commento