Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Approvato nuovo Statuto di Roma Capitale, ridotti i municipi

da 19 passano a 15, ridisegnata la mappa dei municipi

E' stato approvato con soli due voti contrari, quello di Gemma Azuni e Andrea Alzetta, e un astenuto, Fabrizio Santori, il nuovo Statuto di Roma Capitale. La delibera rappresenta il coronamento sul fronte istituzionale della riforma varata nel 2010. Il testo, composto da 43 articoli, introduce diverse novità. Innanzitutto  il numero dei municipi scende da 19 a 15 e la geografia capitolina viene ridisegnata per adeguarsi al nuovo assetto. Ma la delibera specifica sarà discussa in Assemblea a partire dal prossimo lunedì. L’articolo 16 stabilisce poi la diminuzione dei consiglieri da 60 a 48. Gli articoli 4 e 5 sono dedicati alle pari opportunità: in particolare viene fissato al 50% il numero delle donne che dovranno comporre la Giunta capitolina. Aboliti poi i consiglieri delegati del sindaco mentre il numero delle commissioni consiliari è stato bloccato a dieci.

Inclusa una norma antiparentopoli che stabilisce il divieto di partecipazione nelle società di gestione dei servizi pubblici di amministratori e dirigenti di Roma Capitale, dei loro parenti entro il quarto grado. Stop ai consiglieri assenteisti: chi non partecipa a più di dieci sedute senza giustificazione decadrà dall’incarico. Niente più rimborsi d’oro: i consiglieri potranno avere un’indennità onnicomprensiva stabilita di concerto dai ministeri dell’Interno e dell’Economia, comunque mai superiore a quella del sindaco.

[11-03-2013]

 
Lascia il tuo commento