Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio Lo Presti, prima di essere ucciso il fotografo aveva avuto un litigio

il racconto di un testimone: "Era molto arrabbiato ed imprecava"

Poche ore prima di essere ucciso il fotografo Daniele Lo Presti avrebbe avuto un violento litigo. Lo ha riferito il vicino di casa di Lo Presti che lo ha sentito urlare mentre probabilmente era al telefono. Secondo il racconto del testimone il fotografo sembrava “molto arrabbiato ed imprecava”. I tabulati telefonici sono già al vaglio degli investigatori.

L'uomo, 42 anni, mercoledì pomeriggio era uscito da casa senza documenti. Aveva solo le chiavi di casa appese al collo. Mentre stava facendo jogging sulla ciclabile sotto ponte Testaccio è stato raggiunto da un colpo di pistola alla testa sparato con una pistola di piccolo calibro.

Sulla vicenda sta indagando la squadra Mobile della questura di Roma e gli investigatori del commissariato Monteverde diretti da Mario Viola. La polizia sta cercando di fare chiarezza sul lavoro e sulla vita privata del fotografo. Pare sia da escludere l'ipotesi della rapina, Lo Presti non aveva con sè nient'altro che le chiavi di casa.

 
 

[01-03-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE