Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Continuano le ricerce del disperso del naufragio di Torvaianica

a causare l'affondamento probabilmente una piccola falla

Proseguono senza sosta le ricerche del ragazzo disperso in mare nella mattinata di ieri nella acque vicno Torvaianica. Sul quel tratto di litorale attualmente stanno operando tre motovedette e il nucleo sommozzatori della guardia costiera, intervenuto da San Benedetto del Tronto, con un robot di profondità. 

Le riicerche vanno avanti con l’ausilio del nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco dotati un’apparecchiatura sonar specializzata nel rilevamento di relitti in profondità. Nella mattinata oltre a un veivolo della guardia costiera si sono avvicendati gli elicotteri della Guardia di finanza e dei vigili del fuoco. Le speranze di ritrovare in vita il 27enne, vista anche la rigida temperatura dell’acqua sono sempre più ridotte. Si cerca ora di chiarire l’esatta dinamica dell’incidente. 

Il giovane era uscito di mattina presto in compagnia di tre coetanei per una battuta di pesca nella zona dell’area marina protetta delle secche di Tor Paterno. A circa 7 miglia dalla costa il loro natante di 5 metri ha iniziato ad imbarcare acqua ed è poi affondato. Tratti in salvo da una motovedetta, i tre sono stati sentiti dalle autorità per aver una ricostruzione dell’accaduto. A causare l’affondamento della barca potrebbe essere stata una piccola falla.
 
 

[20-02-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE