Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Finte verifiche fiscali, 8 arresti

finto funzionario del fisco inscenava verifiche fiscali. Poi chiedeva una tangente per chiudere un occhio

Otto persone sono state arrestate dalla Guardia di fiananza per il reato di concussione, truffa aggravata e traffico internazionale di stupefacenti. L’inchiesta si è sviluppata tra il Lazio e la Calabria, ed ha fatto luce su una serie di attività illecite su di un consulente del lavoro romano: Alessandro Grassi, finito in manette.

Grassi secondo le indagini si fingeva funzionario del fisco e, con i propri complici,  inscenava false verifiche fiscali nei confronti delle società delle vittime. A una di queste, Tommaso Di Lernia, noto per essere stato coinvolto nell'inchiesta Enav-Finmeccanica. E’ stata chiesta una tangente di 750.000 euro per ottenere un ammorbidimento del controllo. Controllo che però non era reale.

Come se non bastasse, nel corso delle indagini è emerso come Alessandro Grassi costituisse anche il terminale di un  
Gruppo criminale, composto perlopiù da persone di origine calabrese da tempo trapiantate a Roma, attivo nell'importazione di grossi quantitativi di cocaina dai caraibi.

[18-02-2013]

 
Lascia il tuo commento