Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sette anni e 10 mesi di papato per Ratzinger

un papato esposto alle polemiche

Quando il papa lascerà il suo incarico saranno passati poco più di 7 anni e 10 mesi dalla sua elezione, avvenuta il 19 aprile del 2005. Furono sufficienti due giorni di conclave e quattro scrutini per scegliere il successore di Giovanni Paolo II. Nelle intenzioni dei cardinali Ratzinger doveva essere un papa cosiddetto  "di transizione” per governare la chiesa in tempi tranquilli e lasciare il tempo per una successiva scelta “radicale”, ma il periodo nel quale il papa tedesco ha retto San Pietro tutto è stato meno che tranquillo.

Gli scandali legati alla pedofilia, quello cosiddetto Vatileaks e la diffusione dei documenti trafugati dal maggiordomo Paolo Gabriele, hanno esposto il papato alle polemiche. Il teologo Ratzinger, meno comunicatore del suo predecessore Woytila che ha beatificato, ha dovuto fare argine ad un periodo tra i più travagliati degli ultimi decenni. Le sue battaglie, oltre a quelle per difendere la credibilità della chiesa minata dagli scandali, sono state quelle contro eutanasia, aborto e le storture della modernità valori secondo Ratzinger, non negoziabili. Sette anni a denunciare alla dittatura del relativismo, per poi arrendersi a quella del fisico.  

 
 

[11-02-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE