Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Bomba seconda guerra mondiale in via Lucrezia Romana. SarÓ fatta brillare domenica

Chiuso per due ore l'aeroporto di Ciampino

E’ tornata alla luce dopo 65 anni, durante i lavori di ampliamento del depuratore in via Lucrezia Romana 100, tra il comune di Ciampino ed il X Municipio. La bomba americana della II guerra mondiale da circa 250 chili sarà fatta brillare domenica mattina dai militari del 6° reggimento Genio e circa 3400 persone nel raggio di 500 metri saranno evacuate. Gli artificieri questa mattina si sono preparati il campo per l’operazione più delicata che è in programma domenica mattina. Oggi hanno pulito le spolette dell’ordigno e le hanno lubrificate con attenzione. Poi domenica le due spolette saranno tolte, e questa sarà l’operazione più delicata e che presenta maggiori rischi. L'onda d'urto di una eventuale esplosione accidentale durante l'operazione potrebbe infatti provocare danni, soprattutto per le schegge, in un raggio di 500 metri dal luogo del ritrovamento. Una volta messa in sicurezza la bomba, scortata dall’esercito, sarà spostata  in una cava vicino al luogo del ritrovamento dove, intorno alle 13:00, dopo l’ok del prefetto, sarà fatta brillare.

"Per chi abita in zona consiglio di approfittare della giornata per fare una gita fuori porta -spiega il capitano responsabile del 6° reggimento Genio Matteo Tuzi-.  Altrimenti si vuole rimanere in zona ci sono le strutture per l'accoglienza. Ricordo a tutti i cittadini di segnalere sempre la presenza di un ordigno come questo ma anche più piccolo alle autorità competenti che provvederanno a contattarci e noi risolveremo il problema. E' importante - continua Tuzi- ricordare di non toccare mai una bomba come questa".

Delle 3400 persone che saranno fatte evacuare dalle 6:30 di domenica 500 sono residenti nel Comune di Ciampino e 3000 nel X Municipio. Tra le 10.00 e le 12.00 il secondo aeroporto romano sarà interdetto ai voli poiché alcune linee di volo passano proprio sopra al punto di ritrovamento della bomba. Adr consiglia a tutti i passeggeri in partenza e in arrivo di verificare eventuali cambiamenti di orario consultando i siti delle compagnie aeree.

Per le persone che dovranno lasciare le proprie abitazioni sono stati allestiti due punti accoglienza e di ristoro: uno al Pala Cavicchi, in via Bandinelli ed uno nella scuola media di Ciampino Paola Sarro.

L’ordigno di 250 chili è stato probabilmente sganciato tra il luglio del 43’ e la primavera del 44’ da un bombardiere americano, l’obiettivo potrebbe esser stata la ferrovia che passava all’epoca sull’attuale via Lucrezia Romana o l'aeroporto militare.



 
 

[08-02-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE