Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Incidente aereo Fiumicino, concluse indagini

migliorano le condizioni dei feriti

Si sono concluse le indagini della polizia per accertare le cause dell’incidente aereo che, sabato sera, ha coinvolto un aereo Carpatair Atr 73 che stava operando per Alitalia nella tratta Pisa – Roma con a bordo 46 persone e 4 membri dell’equipaggio. Il velivolo è finito fuori pista in fase di atterraggio all’aeroporto Leonardo da Vinci probabilmente a causa del forte vento. L’aereo è stato rimosso domenica dopo che la compagnia italiana ha tolto il logo Alitalia, come spiegato dall’azienda, per un “decoro aziendale”.

Intanto migliorano le condizioni dei feriti, in totale sono 16, la più grave è una donna paraguaiana che ha rischiato di rimanere paralizzata per una frattura ad una vertebra lombare. La donna è stata operata al San Camillo.
Sull'incidente ci sono due inchieste aperte, una dalla procura di Civitavecchia che oggi ha acquisito il fascicolo della polizia, ed un'altra dall'Enav, che dovranno chiarire se l'incidente sia stato causato da un errore di manovra o dal forte vento. Le forti raffiche, secondo Alitalia, sarebbero all’origine del fuori pista. Una tesi ribadita dalla stessa compagnia romena Carpatair che ha parlato di effetto Windshear, ovvero quando la direzione del vento può arrivare a rovesciarsi quasi istantaneamente. Proprio per questo motivo verranno probabilmente ascoltati i membri dell'equipaggio ed passeggeri. Alitalia ha inoltre deciso di sospendere i voli su Pisa e Bologna operati per conto della compagnia da Carpatair. Per l’associazione degli assistenti di volo bisogna analizzare il tema dei voli ceduti a terzi. “Quello di  sabato sera – scrive in un comunicato l’associazione – è il quinto incidente che coinvolge Carpatair”.



 
 

[04-02-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE