Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Monumenti di Roma restaurati grazie ai privati

in corso i lavori alla Piramide Cestia, dureranno un mese. Alemanno: "Cerchiamo 4 milioni per il Mausoleo di Augusto"

I gioielli di Roma hanno bisogno di cure: il Colosseo, la Fontana di Trevi e la Piramide Cestia necessitano di un restyling e di investimenti per combattere il tempo, lo smog ed il traffico. Ecco allora che l’amministrazione Capitolina e la soprintendenza corrono ai ripari e si affidano ai privati. I lavori alla Piramide Cestia, iniziati a gennaio, sono stati finanziati da un mecenate giapponese, Yuzo Yagi, che ha firmato con la soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma un accordo di donazione spontanea di poco più di 1 milione di euro. Una targa affissa nella zona ricorderà la sua donazione. Attorno alla Piramide, che conteneva le ceneri di Caio Cestio e che ha esattamente 2000 anni, si stanno allestendo i ponteggi. Sarà restaurata nei quattro fronti ed il marmo sarà messo in sicurezza viste le deformazioni del rivestimento.

Ma la Piramide ad Ostiense non è l’unico monumento romano che ha bisogno di cure. Il Colosseo, da cui si sono staccati negli ultimi anni alcuni frammenti di tufo, a breve dovrebbe essere restaurato con un progetto di 23 milioni di euro finanziato dall’imprenditore Della Valle. Si attende a giorni l’esito della sentenza del Tar sulla regolarità della gara per far partire i lavori sul monumento più famoso di Roma. In cambio l’imprenditore toscano avrà l’esclusiva sull’immagine del Colosseo per 15 anni. Stesso discorso per la Fontana di Trevi: Fendi, in qualità di mecenate unico, finanzierà i 2,5 milioni necessari per rimettere in sesto il monumento. Ma le perle dell’archeologia romana hanno disperatamente bisogno di fondi per i restauri. Ma nella nostra città i beni archeologici e storici sono davvero tanti. La sovrintendente speciale per i Beni Archeologici di Roma Maria Rosaria Barbera aveva denunciato: “Abbiamo solo un decimo delle risorse necessarie”. Alcuni giorni fa lo stesso Alemanno aveva lanciato l’allarme per salvare il Mausoleo di Augusto in via di Ripetta. Servono 12 milioni di euro. 4 li ha messi il Mibac, 4 il Campidoglio e 4, ancora una volta, potrebbero arrivare dai privati.



LAVORI ALLA PIRAMIDE CESTIA

[01-02-2013]

 
Lascia il tuo commento