Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Il mondo dell'ippica protesta in via XX Settembre

dopo la chiusura di Tor di Valle anche Capannelle in crisi

Il mondo dell’ippica scende in piazza per la grave crisi che affronta il settore. In via XX Settembre un migliaio manifestanti hanno protestato di fronte al ministero dell’Economia. Sindacati, allenatori, proprietari e fantini chiedono al governo una riforma del settore. Il ministro dell’Agricoltura Catania, dopo aver tagliato del 50% le risorse, da giugno ha smesso di erogare premi e spettanze. I soldi ci sono ma poiché l’ente che si occupava di erogare le risorse è stato soppresso ora è tutto fermo. Gli operatori del settore hanno ricevuto solo una prima

"Non c'è mai stata una vera riforma, ci hanno fatto tante promesse -dice un manifestante-, promesse non mantenute. E' chiaro che dopo tutto questo adesso il settore è in ginocchio".

A Roma ha già chiuso lo storico ippodromo di Tor di Valle. La struttura fu inaugurato nel 1959 quando era l’impianto più grande d’Europa. "C'è gente che ha fatto di Tor di Valle la sua casa, io credo che la chiusura di questo ippodromo sia una grande mancanza- dice Claudio Icardi giornalista Rai-. In tutte le capitali del mondo ci sono ippodromi e vedere un gioiello come quello della via del Mare chiuso e lasciato a sè stesso è davvero doloroso".

Anche l’ippodromo di Capannelle fatica nella sua quotidianità e rischia la chiusura. "Cercheremo di risollevare la nostra struttura - spiega  Elio Pautasso, direttore dell'Ippodromo di Capannelle-. Per questo abbiamo chiesto anche un aiuto al Comune di Roma per intervenire sulle spettanze che ancora non abbiamo ricevuto. La situazione dell'ippica è critica sia dal punto di vista economico che dal punto di vista finanziario. Le cause di questa situazione sono la mancata innovazione della scommessa ippica e poi sicuramente la mancata innovazione del settore".

A Roma sono arrivati operatori dell’Ippica da tutta Italia, dalla Campania e dalla Sicilia. Via XX Settembre è stata a lungo bloccata e sono state esplosi dei petardi. Un funzionario di polizia è stato lievemente ferito ad un occhio per il lancio di oggetti contro il ministero. Un’autista Atac che si trovava a piedi è rimasto anche lui leggermente ferito per lo scoppio di un petardo.



[01-02-2013]

 
Lascia il tuo commento