Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Mafie a Roma, gli affari delle cosche

secondo i dati del Tribunale aumentano i reati legati alle mafie. La 'ndrangheta reinveste in attivitā commerciali

Anno dopo anno aumentano i reati legati all’infiltrazione mafiosa in città. L’allarme era già stato lanciato pochi giorni fa durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario e, oggi, gli stessi dirigenti della Direzione Investigativa Antimafia durante l’ultima operazione spiegano come la malavita ricicla il denaro. I soldi “sporchi”, proventi della vendita di droga o di altre attività illecite, vengono reinvestiti soprattutto nel mondo della ristorazione. Dietro a questi affari sulla città ci sono professionisti, esperti di diritto societario che ben conoscono i metodi migliori per poter “ripulire” il denaro. Ma l’infiltrazione della criminalità organizzata negli affari della città non è cosa di oggi. Già dal 2000, anno del Giubileo, le cosche calabresi avevano iniziato a reinvestire  il denaro a Roma. Un affare in mano soprattutto alla ‘ndrangheta.

"A differenza delle altre mafie la 'ndrangheta mira ad infiltrarsi nel tessuto economico di Roma -spiega Gregorio De Marco, capo centro operativo Dia-. Questo l'abbiamo visto già a partire dal Giubileo del 2000, ed oggi questo fenomeno continua".

Con la criminalità di stampo mafioso convive la criminalità locale, che investe nel traffico di stupefacenti e in attività economiche-finanziarie, come usura, bancarotta, truffe, estorsioni. Accanto al mercato della prostituzione prospera il narcotraffico. Nell'ultimo anno –secondo i dati dell'ultima relazione del Tribunale di Roma- è aumentato sia il livello di criminalità che l'indice di penetrazione della criminalità organizzata che ha investito anche in locali storici di Roma come il Cafè de Paris in via Veneto (poi rilanciato con l'aiuto di Libera). Recentemente è stata anche delineata una mappa della città con la spartizione dei vari territori: la ’ndrangheta opera soprattutto a Roma Nord, zona Flaminoi e San Basilio. Difficilmente i clan entrano in contrasto tra loro, ma quando questo succede si spara.

[30-01-2013]

 
Lascia il tuo commento