Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Colosseo, soprintentenza smentisce crollo frammenti

per l'inizio del restauro sponsorizzato da Della Valle bisognerà attendere la

La Soprintendenza dei Beni Archeologici tranquillizza tutti e smentisce un quotidiano romano; “non ci sono state cadute di materiali dal colosseo, né  ieri ne negli ultimi giorni”. Insomma a detta della soprintendenza lo stato di salute della sesta meraviglia del mondo sembra essere ancora buono, anche se da alcuni giorni il monumento è stato totalmente recintato. E' stata infatti creata una zona “rossa” con delle reti mobili che vietano l’accesso ai visitatori a pochi metri dal monumento. Una fascia di sicurezza invalicabile –spiegano dalla soprintendenza-. Una precauzione per ridurre al minimo il rischio che personale e turisti si trovino a ridosso del Colosseo in caso di caduta di frammenti. Certo è che l’Anfiteatro Flavio deve fare i conti con traffico, vibrazioni, inquinamento e una difficile e probabilmente scarsa manutenzione. Una serie di fattori che, anno dopo anno, non fanno che aggravare il capolavoro romano di ingegneria ed archittettura.

Intanto Alemanno ha espresso la volontà di affidare la sicurezza dell'Anfiteatro romano ad un “tavolo tecnico” che si è riunito ieri per analizzare l’effettivo stato di pericolo che corre il Colosseo. Le accuse di Alemanno, però, sono state rimandate al mittente dalla Soprintendente ai beni archeologici di Roma Maria Rosaria Barbera secondo la quale alemanno, pur avendo approvato la zona rossa, vorrebbe una fermata bus su via dei Fori Imperiali, a pochi metri dal Colosseo.

Polemiche politiche a parte si attende l’esito della sentenza del Tar, rinviata proprio qualche giorno fa, sulla regolaritàdell’attribuzione della gara per il restauro del monumento piu’ famoso di roma. alemanno aveva preventivato l’apertura del cantiere per gennaio ma si dovrà ancora aspettare per vedere finalmente attuato il progetto di restauro di circa 23 milioni di euro. Un progetto sponsorizzato dal gruppo Tod’s di Diego Della Valle in cambio dell’esclusiva sull’immagine del famoso monumento per 15 anni.
 
 

[22-01-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE