Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Aggressione a Tor Sapienza, trans ferito con una motosega

arrestato un romano di 36 anni. All'origine dell'aggressione probabilmente un litigio per soldi

E’ stato inseguito e gravemente ferito con una motosega. Non è un film dell’orrore ma una terribile aggressione ai danni di un transessuale brasiliano di 30 anni ferito da un romano a Tor Sapienza. Il brasiliano ha cercato di difendersi coprendosi il volto con le mani ed ha subito gravi ferite agli arti superiori. E’ stato ricoverato all’ospedale Pertini con una prognosi di 30 giorni.

L’aggressione è avvenuta intorno all’1:30 di notte su via Collatina, all’altezza dell’incrocio con via Gino Severini. Il trans era in compagnia del romano di 36 anni: i due erano in auto quando hanno iniziato a litigare, probabilmente per una questione di denaro, forse dopo un rapporto sessuale. L’autovettura ha sbandato finendo su di un marciapiede dove sono visibili ancora i segni. I due dalle parole sono passati alle mani: il 36enne, che ha precedenti per porto abusivo di armi, è sceso dall’auto, ha aperto il portabagagli, ha preso la motosega ed ha aggredito il trans brasiliano. Le urla della vittima hanno svegliato gli abitanti della zona che hanno chiamato i Carabinieri. La pattuglia della stazione di Tor Sapienza ha trovato l’uomo con ancora la sega in mano all’altezza dell’incrocio con via Severini. Il militare ha estratto la pistola intimando l’alt all’aggressore che ha lasciato l’arma per poi arrendersi.



I Carabinieri hanno così salvato il transessuale da una fine orribile ed arrestato il pregiudicato per lesioni gravi. La motosega è stata sequestrata. Per gli investigatori l’aggressore sarebbe un cliente occasionale con il quale il viado aveva avuto un litigio proprio in una zona ben nota alle forze dell’ordine per la prostituzione di transessuali.

[02-01-2013]

 
Lascia il tuo commento