Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Si spacciavano per clown in cerca di fondi per bambini malati, 10 denunce per truffa

I truffatori facevano riferimento ad una onlus di Napoli

Si spacciavano per clown per una raccolta fondi destinati a bambini malati e ricoverati in varie strutture ospedaliere. Ottimi propositi se non si trattasse di una vera e propria truffa. 10 persone sono state così denunciate dai Carabinieri di Ariccia per il reato di associazione per delinquere finalizzata alla truffa. I volontari, dotati di una notevole strutturazione logistica, richiedevano un contributo per l’organizzazione di eventi del tipo "clown therapy" a favore dei bambini malati di cancro. Al fine di rendere credibili i "pretestuosi" progetti benefici, i truffatori non si esimevano dal vantare asserite collaborazioni con rinomate strutture ospedaliere a livello internazionale, come L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma (costituitosi parte lesa presentando formale denuncia querela ai Carabinieri di Ariccia). I finti clown avevano effettuato raccolte fondi "porta a porta" in 35 province e 93 Comuni italiani in quanto erano soliti presentarsi come volontari di Associazioni Onlus, tutte aventi sede a Napoli, a caccia di contributi economici.

Da qui il nome dell’operazione denominata "Clown" che ha portato i Carabinieri di Ariccia, oltre al deferimento di 10 persone per il reato di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, ad appurare un vero e proprio giro d’affari paragonabile ad una attività imprenditoriale con introiti economici nel corso degli anni di centinaia di migliaia di euro.



[15-12-2012]

 
Lascia il tuo commento