Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Finanzieri scoprono 100 falsi poveri

i controlli partiti dall'esame di alcuni documenti raccolti dal tribunale di Velletri

Beneficiavano di prestazioni sociali a carico dello stato o degli enti locali grazie a false dichiarazioni dei redditi, mentre alcuni di loro avevano ville lussuose e auto di grossa cilindrata. Ben novantacinque “falsi poveri” dei castelli romani e della Valle del Sacco sono stati individuati dalla Guardia di Finanza di Frascati, Velletri e Colleferro.

I controlli sono partiti dall’esame di documenti, raccolti dal tribunale di Velletri e da diversi comuni della zona, inviati dai “furbetti” che negli ultimi anni avevano ottenuto vari servizi a carico del bilancio pubblico, come buoni scuola e borse di studio. In particolare, le fiamme gialle di Frascati hanno individuato 31 “falsi poveri” che hanno chiesto assistenza legale a spese dello stato nell’ambito di processi civili, presentando autocertificazioni dei redditi false o incomplete per beneficiare del servizio. Accertata l’irregolarità delle posizioni patrimoniali, i “furbetti” sono stati denunciati per mendace autodichiarazione e indebita percezione di provvidenze pubbliche. Gli altri “falsi poveri”, invece, sono stati segnalati ai comuni di appartenenza che potranno così recuperare l’importo dei benefici ingiustamente concessi.

[14-12-2012]

 
Lascia il tuo commento