Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Le ultime nomine della Polverini

polemiche sul caso Zappacosta, ex Ugl. Ora è presidente dell'Ipab Sacra Famiglia

Le nomine di alcuni fedelissimi della Polverini sono arrivate in extremis, poco prima della dipartita della giunta regionale. Gli ultimi atti dell’esecutivo laziale dimissionario prevedono l'investitura di nuovi direttori generali, la proroga di contratti in scadenza e la chiamata di dirigenti esterni: tra cui spunta il nome di Enrico Zappacosta. Con un decreto presidenziale firmato Polverini Zappacosta è stato nominato presidente dell’Istituto di assistenza e beneficenza Ipab Sacra famiglia. Ecco il curriculum di Zappacosta: diploma tecnico commerciale, consigliere comunale della lista della Polverini “Città Nuove” a Civitavecchia ed ex Ugl, lo stesso sindacato da cui proviene la governatrice. Una scelta “vergognosa ed illegittima” ha tuonato il Pd che ha chiesto il ritiro del decreto.

"Ma che titoli ha il signor Zappacosta per cotanto incarico? -dice Esterino Montino, capogruppo Pd Regione Lazio- E' parte organica del cerchio magico Polverini-Cetica. E' un tecnico commerciale diplomato, ma senza laurea, è consigliere comunale di Città nuove a Civitavecchia e, titolo decisivo, proviene dall'Ugl.

Anche dal Pdl le ultime nomine non sono affatto piaciute. Il capogruppo Chiara Colosimo critica gli ultimi atti della Polverini consigliando alla Presidente di nominare sempre dirigenti interni.

“Probabilmente la scelta migliore per non lasciare senza governo le aziende, le società regionali o gli istituti è quella indicata anche nel provvedimento governativo di revisione della spesa: ovvero il ricorso a dirigenti interni -dice Chiara Colosimo, capogruppo Pdl in consiglio regionale- Facciamo appello alla presidente Polverini di ricorrere a questa modalità al fine di evitare le polemiche strumentali della sinistra".

Dopo aver sentito i pareri di Pd e Pdl abbiamo provato a contattare il nuovo presidente del’Ipab Sacra Famiglia che, fino al 2014, guadagnerà circa 18.000 euro all’anno e che –dopo gli studi da perito tecnico- sarà alla guida dell’istituto che si occupa di garantire supporto e cura a minori adolescenti  in condizioni di disagio sociale, psicologico od economico. Gli uffici di presidenza sono in via Francesco Severi, in zona Casal Lumbroso. Al campanello risponde una cordiale assistente sociale. Il Presidente non c’è: per incontrarlo serve un appuntamento. Ma quali sarebbero i compiti del neo presidente Zappacosta? Secondo lo statuto il Presidente rappresenta l’istituto, propone al Consiglio di Amministrazione i programmi e gli obiettivi generali dell'Ente e controlla che il raggiungimento di tali obiettivi sia effettivamente conseguito. Insomma non certo un ruolo marginale.

[11-12-2012]

 
Lascia il tuo commento