Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Recuperata una sfinge egizia di etÓ tolemaica

L'opera era destinata al mercato clandestino internazionale

Un controllo casuale ad un automezzo industriale ha permesso al Gruppo Tutela Patrimonio Archeologico del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma di recuperare una sfinge egizia in granito africano proveniente da un sito sepolcrale della Tuscia. L’opera, probabile decoro di un ambiente funerario gentilizio etrusco o di una villa suburbana d’ozio, era in procinto di essere trafugata in territorio estero e dispersa nei canali del collezionismo d’élite.

Le perquisizioni all'automezzo e alla casa del conducente hanno condotto le ricerche a degli scavi clandestini eseguiti a Monterosi, nella necropoli di Montem Rossulum dove è stata ritrovata la preziosa opera. La sfinge, che misura cm 120 x 60, si presenta coperta da concrezioni calcaree, segno inequivocabile della provenienza da un contesto ipogeo.



[06-12-2012]

 
Lascia il tuo commento