Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio Maricica, in appello pena ridotta per Burtone

8 anni di carcere al romano che colpė ed uccise con un pugno Maricica Hahaianu

La sentenza di 2° grado riduce la pena da 9 a 8 anni nei confronti di Alessio Burtone. Lo ha deciso oggi la prima corte d’Assise d’Appelo, presieduta da Mario Lucio D’Andria, non accogliendo la richiesta di 12 anni di reclusione del procuratore generale. 

Il 22enne romano sta scontando una condanna in primo grado per omicidio preterintenzionale per la morte di Maricica Hahaianu l'8 ottobre del 2010. L’infermiera romena era stata colpita con un pugno al termine di una lite nella stazione Anagnina della metro A.  La donna finì in coma e morì dopo una settimana di ricovero al policlinico casilino. A inchiodare Burtone erano state le riprese delle telecamere a circuito chiuso. Il video, che mostra i momenti della discussione e il colpo inferto alla donna, è stato proiettato prima dell’interrogatorio in aula.  Il ragazzo, che è ancora detenuto, aveva ricostruito così l’accaduto. “L’ho colpita per paura. Temevo mi volesse fare del male” – aveva detto rispondendo alle domande del pm e delle parti.  Al giovane sono state respinte le attenuanti generiche.  “sentenza positiva – hanno dichiarato gli avvocati difensori fabrizio gallo e gianantonio minghelli, che, dopo lo sconto di pena, hanno già annunciato la richiesta arresti domiciliari.
 
 

[04-12-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE