Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Corteo studenti, maratona infinita ma senza scontri

Tra loro anche professori, il corteo si sciolto dopo oltre 5 ore al Colosseo

Dopo gli scontri dello scorso 14 novembre la preoccupazione era tanta ma per fortuna tutto è filato liscio senza disordini, a parte la città paralizzata. Gli studenti questa volta sono partiti insieme, intorno alle 11 da Piramide. Il lungo corteo si è prima diretto nel quartiere Testaccio passando per Porta Futuro dove i manifestanti sono stati accolti con uno striscione "Il futuro non è uno slogan". Dopo essere transitati in piazza Santa Maria Liberatrice il corteo ha raggiunto via Marmorata per passare dalla bocca della verità e raggiungere piazza Venezia. I manifestanti, dopo aver aggirato i posti di blocco, si sono aggregati a largo Argentina con il corteo dei Cobas. Da lì hanno proseguito lungo corso Vittorio Emanuele II con la polizia a sbarrare l'accesso al Senato. Giunti a due passi da San Pietro il corteo è stato fatto deviare sul lungotevere Dante, in contromano e con autobus turistici e passanti costretti a delle deviazioni non previste.

Si è arrivati poi in via Arenula, sotto il Ministero di Grazia e Giustizia, ma aldilà di un paio di petardi e di qualche coro("Attenzione da qui piovono lacrimogeni") si è proseguiti senza particolari problemi. Si è poi fatto ritorno a largo Argentina e piazza Venezia dove il corteo passando davanti all'Altare della Patria si è diretto lungo i fori imperiali per sciogliersi intorno alle 15 davanti al Colosseo.


[24-11-2012]

 
Lascia il tuo commento