Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sabato 23 novembre, il menų dei cortei

sette manifestazioni in cittā. Cancellieri: "pensiamo all'arresto differito"

Sarà un sabato molto delicato quello che Roma si appresta a vivere. Sono sette le manifestazioni che, per tutto il giorno, attraverseranno la città. Si inizia alle 9 con i Cobas del settore scuola che da piazza della Repubblica sfilano fino a piazza Santi Apostoli. E poi, ancora Cobas, alla stessa ora si riuniscono in un sit-in davanti al ministero della pubblica istruzione. Mondo della scuola in fermento anche in altri due cortei previsti in mattinata: quello in piazza Aldo Moro, davanti all’università La Sapienza, e quello con partenza davanti alla stazione Piramide.

Percorsi ancora da definire, ma gli organizzatori promettono: “punteremo ai palazzi del potere”. Centro storico sotto assedio anche per il sit-in della Cgil in piazza Farnese. Non si preannuncia più tranquillo il pomeriggio, con il corteo dell’associazione di estrema destra Casapound che, a partire dalle 16 in piazza Mazzini, si dirige verso ponte Milvio. Poco prima, alle 14.30, una contro-manifestazione antifascista si riunisce in piazza Vittorio.

Il ministro dell’interno Cancellieri pensa di ricorrere all’arresto differito: una misura straordinaria, finora applicata solo negli stadi, che permette di fermare entro 48 ore i protagonisti degli scontri di piazza.

[23-11-2012]

 
Lascia il tuo commento