Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Lacrimogeni lanciati contro il corteo, la perizia dei Carabinieri

Severino: "Nessun lancio dal Ministero. Lacrimogeni lanciati dal basso"

Nessun lacrimogeno è stato lanciato dalle finestre del Ministero di via Arenula contro gli studenti che hanno sfilato in corteo mercoledì scorso. La conferma arriva dalla relazione del Reparto Investigazioni scientifiche dei Carabinieri, i militari hanno analizzato il video ripreso con un cellulare e poi pubblicato da un quotidiano nazionale. Secondo la perizia il lacrimogeno sarebbe stato sparato da terra, probabilmente da Ponte Garibaldi, e poi sarebbe rimbalzato su di una delle finestre del ministero, dividendosi in più parti. La stessa tesi sostenuta dal questore di Roma Fulvio della Rocca pochi giorni dopo la polemica scaturita dalla pubblicazione del video. Il ministro della Giustizia Severino spiega che tipo di indagini sono state svolte per chiarire la dinamica di quanto accaduto mercoledì.

"Dalle testimonianze raccolte tra il personale del ministero risulta che è stato sentito un forte rumore per l'urto del lacrimogeno sulla parete esterna del palazzo. Poi c'e' stato grande spavento -racconta il ministro della Giustizia, Paola Severino. Da quello che ho visto affacciandomi alla finestra c'erano gruppi di ragazzi che correvano -ha riferito ancora il ministro- credo che nella concitazione dell'inseguimento il lacrimogeno abbia preso una traiettoria diagonale anziché verticale". Il ministro ha poi ribadito che "tutto sembra convergere sulla tesi del lacrimogeno sparato dal basso verso l'alto".

Il Ministro Severino, per fugare ogni dubbio sulla dinamica, invita chiunque abbia delle prove che dimostrino una tesi diversa da quella del lancio dal basso verso l’alto a portarle in Procura.

SEVERINO: LACRIMOGENI LANCIATI DAL BASSO VERSO L'ALTO






 
 

[19-11-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE