Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rapporto sicurezza, reati in aumento dal 2010 al 2011

zona pi critica per i reati al patrimonio soprattutto quella del litorale, Ostia e Fiumicino

Il numero di reati nella nostra Regione nel 2011, rispetto all'anno precedente, è aumentato. In particolare a Roma tra il 2010 e il 2011, i reati sono cresciuti passando da 178.496 a 197.659 ma sono diminuiti rispetto al 2006 e 2007. Nel 2011 ci sono stati 42 omicidi volontari, 33 nella Provincia di Roma e 24 nella nostra città. I dati emergono dal “Rapporto sull’andamento della criminalità nel Lazio” realizzato dall’Osservatorio regionale sulla sicurezza e legalità. Dei 33 omicidi della Provincia 11 sono dovuti a conflitti tra gruppi criminali soprattutto per la spartizione del ricco mercato della droga.

"Molti episodi avvenute nel corso di questi ultimi anni - ha spiegato il presidente dell'Osservatorio regionale sulla sicurezza e legalità Rosario Vitarelli - hanno denominatore comune: sono collegati ad attività illecite legate agli stupefacenti. Si registra sempre di piu' un uso delle armi e questo rende piu' efferati questi reati".

A Roma, rispetto all'anno precedente, aumentano soprattutto i reati sugli stupefacenti con un +25%, le rapine (+20%) ed i furti con un incremento del 10%. Nell’ultimo anno le forze dell’ordine hanno sequestrato ben 7800 chili di droga. Reati, quelli dello spaccio e del traffico di droga, che stanno aumentando soprattutto in città. Crescono, purtroppo, anche i casi di denunce per violenza sessuale, violenze che si consumano soprattutto in luoghi pubblici o in ambito familiare. Tra i  Comuni nei quali si registra il più alto indice di delitti contro il patrimonio si confermano quelli nel litorale romano, il municipio di Ostia e Fiumicino.

"Dall'inizio dell'amministrazione Polverini - ha detto Giuseppe Cangemi – assessore agli enti locali e sicurezza, ambiente e sviluppo sostenibile- sull'usura abbiamo fatto una scelta precisa con una campagna di sensibilizzazione molto forte con un numero verde e una legge regionale che ha superato gran parte dell'iter e ci auguriamo che sia completa nella prossima legislature. Su Roma ci sono solo pochissime denunce per usura, il che prova l'entità del sommerso". "Dal punto di vista del territorio, possiamo dire che il litorale è la zona più delicata per quanto riguarda i reati al patrimonio, in particolare il comune di Fiumicino".

[16-11-2012]

 
Lascia il tuo commento