Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ritrovato un Gaugin ed un Bonnard, quadri da due milioni di euro

erano stati comprati all'asta da un operaio per 45 mila lire

E’ una storia che ha dell'incredibile quella che lega due opere d'arte dell’impressionismo francese, dei maestri assoluti Gauguin e Bonnard. Le due tele sono state dipinte in Francia alla fine dell’800. Sono arrivate in Inghilterra a metà del '900. Sono quindi state acquistate all’asta nel '61 da una ricca famiglia londinese. Poi, nel 1975, il furto. I ladri fuggono nel sud d’Europa, arrivano in Francia e poi tentano di portare le tele in Italia a bordo del treno Parigi-Torino. Ma qualcosa va storto e le tele rimangono abbandonate.

Recuperate dal personale ferroviario, senza capirne il valore rimangono in deposito per anni fino a quando Ferrovie delle Stato non decide di venderle in un’asta. Vengono acquistae a Torino da un operaio, amante dell’arte, per sole 45 mila di lire. Nella storia entra infine un nuovo personaggio: il figlio dell’operaio, anche lui amante dell’arte, studente di architettura che si convince dell’incredibile bellezza dei due quadri che da anni vede appesi nella veranda della sua casa siciliana. Comincia così la ricerca degli autori, e le foto finisco nelle mani esperte dei Carabinieri del nucleo tutela del patrimonio culturale. Sono stati loro a ricostruire la storia delle due opere e a accertarne gli autori. E’ così che oggi, un nuovo Gauguin e un nuovo bonnard vengono in qualche modo ripresentati al mondo.

Come proseguirà la loro storia: sono due le famiglie che le hanno acquistate regolarmente: quella londinese e quella siciliana. Ma questo sarà un altro capitolo.

[02-04-2014]

 
Lascia il tuo commento