Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Protesta autisti Atac in Campidoglio, contestati i sindacati

la "pasionaria" Quintavalle: "Ho restituito la tessera Cisl, non ci sentiamo rapprensentati"

Sono arrivati fin sotto palazzo Senatorio per chiedere al sindaco Marino maggiore tutele. Sono centinaia di autisti dell’Atac arrivati al terzo giorno di “rivolta degli straordinari”. I dipendenti della società di trasporto pubblico lamentano una cronica carenza di personale nonostante siano state aumentate le corse. Basti pensare che per ogni autista, in Atac, ci sono quattro amministrativi. Poi se la prendono con i sindacati, un gruppetto di poche decine arrivati anche loro in Campidoglio, rimasti isolati poiché colpevoli –dicono gli autisti- di non averli rappresentati adeguatamente.

La rumorosa e colorita protesta degli autisti Atac, che da piazza santi Aapostoli si è trasferita nel pomeriggio in Campidoglio, è guidata dalla 33enne Micaela Quintavalle. Di mattina una giovane studentessa di medicina e di sera autista di bus. Micaela rappresenta tanti autisti Atac; una voce indipendente dai sindacati.

"Saremo fisicamente vicini in Campidoglio, dice Micaela Quintavalle, ma non condividiamo alcune loro scelte, non ci sentiamo tutelati da loro. Io stessa ho restituito la tessera Cisl un anno fa e molti stanno facendo la stessa cosa con i loro sindacati. Segnali dal Campidoglio? Sarebbe bello che il sindaco Marino scendesse ad ascoltarci".




[06-11-2013]

 
Lascia il tuo commento