Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Captain America - The Winter Soldier

di Anthony Russo, Joe Russo. Con Chris Evans, Samuel L. Jackson, Scarlett Johansson

di Rosario Sparti

Dopo gli eventi catastrofici di New York in The Avengers, Captain America: The Winter Soldier vede Steve Rogers, alias Capitan America, vivere tranquillamente a Washington, DC, mentre cerca di adattarsi al mondo moderno. Ma quando un collega dello S.H.I.E.L.D. si trova sotto attacco, Steve viene coinvolto in una rete di intrighi che minaccia di mettere a rischio il mondo. Unendo le forze con la Black Widow, Capitan America lotta per esporre l'esteso complotto, mentre combatte assassini professionisti inviati per farlo tacere. Quando la portata del malvagio complotto viene rivelata, Capitan America e Black Widow si servono dell'aiuto di un nuovo alleato, Falcon. Tuttavia, ben presto si ritrovano contro un inaspettato e temibile nemico, il Soldato d'Inverno.

Dopo l'excursus storico del film precedente che passava al vaglio il rapporto tra patriottismo e propaganda, in maniera insolita per gli standard del genere, stavolta si ritorna su binari più tradizionali spingendo l'acceleratore sul pedale dell'action movie. La pellicola punta gran parte del suo interesse sul mix, ormai rodato e che trovava in THE AVENGERS la sua miscela più scoppiettante, di azione e umorismo. Una combinazione che i registi sanno ben amministrare, regalando scene di corse mozzafiato e interminabili sequenze di lotta girate in maniera abile e coinvolgente.

Il territorio su cui però il film cerca di osare è quello delle contraddizioni interne all'America, che diventando quindi dubbi atroci per il Captain. Non tutto è come appare, infatti il nostro eroe finisce per vedere con i suoi occhi il lato oscuro della terra che tanto ama. Anche i vecchi amici finiscono per tradire o svelare un lato che non gli era noto, come risulta evidente dalla storia del Soldato d'Inverno che, come gli USA, sembra aver dimenticato le reali ragioni per cui, forse, vale la pena combattere nella difesa della libertà. Come nei miglior film di spionaggio il nemico non è mai chi sembra, in un gioco di scatoel cinesi oni organizzazione finisce così per contenerne un'altra al suo interno.

Quindi non è tanto l'icona di Captain America - che rimane un superbuono - ad essere messa in discussione, quanto l'icona dell'America stessa. Non è casuale, per questa ragione, la presenza di Robert Redford, che, tramite il bagaglio della sua filmografia (I TRE GIORNI DEL CONDOR su tutto), gioca in antiruolo. Si allarga il campo delle nuove compagnie grazie all'ingresso del personaggio di Falcon, interpretato da Anthony Mackie, ma, soprattutto, trovano maggior spazio Vedova Nera e Nick Fury che qui assurgono al ruolo di co-protagonisti. Non siamo lontani dal solito cinema fracassone, ma l'obiettivo di divertire è pienamente raggiunto. Ah, per i fan della Marvel si tratta di un appuntamento imperdibile, data l'importanza degli eventi nell'evoluzione delle storie parallele.
 



votanti: 1
Secondo te quanti euro merita??
 
 
 

[26-03-2014]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE