Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Monster University

di Dan Scanlon.

di Rosario Sparti

La matricola Mike Wazowski ha sognato di diventare uno spaventatore sin da quando era un piccolo mostro e sa meglio di chiunque altro che i migliori spaventatori vengono dalla Monsters University (MU). Ma durante il primo semestre, i suoi piani vengono sconvolti dall'incontro con lo spocchioso James P. Sullivan, detto "Sulley", uno spaventatore dal talento naturale. Il loro spirito competitivo fuori controllo li farà cacciare dall'esclusivo programma per spaventatori dell'Università e, come se ciò non bastasse, si renderanno conto che l'unico modo per rimettere le cose a posto sarà quello di lavorare insieme, facendo squadra con un gruppo di mostri scapestrati.

MONSTERS & CO., a parere del sottoscritto, resta il miglior film targato Pixar. Partendo da una idea geniale e uno sviluppo strepitoso, il film, è probabilmente il miglior prodotto d'animazione per ragazzi degli ultimi anni, certamente il più compiuto. La triade composta da WALL-E, UP e TOY STORY 3 invece risulta per certi versi impareggiabile, ma, quel suo strizzare l'occhio a un pubblico adulto la rende spesso sbilanciata tra due target che non sempre trovavano un punto d'incontro. Sembra naturale quindi che la casa di produzione, dopo alcuni risultati artisticamente ed economicante non esaltanti, vada a pescare proprio da quel materiale per cercare un rilancio. 

La pellicola difatti è il prequel di MONSTERS & CO., di cui riprende i protagonisti immergendoli nella vita universitaria che poi, in qualche modo, li porterà a lavorare alla fabbrica Monsters, Inc. Giocando con gli elementi del genere di riferimento, la Pixar sforna il suo college movie, che ovviamente strizza l'occhio anche al genere horror come denotano le numerose citazioni cinematografiche. Le brillanti voci originali di BillY CristalJohn Goodman e Helen Mirren - per l'Italia la presteranno i due soliti idioti Biggio Mandelli - riescono a rendere vivi personaggi che fanno dello spavento la ragion di vivere, consapevoli che l'arma migliore per andare avanti è sfruttare le proprie paure, non avendo timore delle proprie fragilità. Wazowski e Sullivan, team perfetto, che dimostra come l'unione faccia la forza. 

La pellicola è il perfetto esempio di un opera che funziona perfettamente ma risulta perdente già in partenza. Non mancano momenti notevoli e le risate abbondano, quindi non voglio dissuardervi dalla visione, ma non c'è nulla che non fosse già stato fatto e detto meglio nel suo precedessore. Inoltre seguendo una traiettoria narrativa di sicura efficacia, il film diviene prevedibilissimo. Insomma si gioca sul sicuro, nulla di male se non fosse che la Pixar si è sempre distinta per originalità e spinta innovativa.
 


Secondo te quanti euro merita??
 
 
TAG: - scanlon
 

[20-07-2013]

 
Lascia il tuo commento