Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Il caso Kerenes

di Calin Netzer. Con Luminita Gheorghiu, Bogdan Dumitrache, Ilinca Goia

di Alessio Palma

Cornelia è una donna ricca e potente a cui non mancherebbe nulla se non l’affetto del figlio Barbu, al quale dedica le sue attenzioni in maniera ossessiva. Quando Barbu è coinvolto in un tragico incidente, in cui causa la morte di un ragazzino, Cornelia si dimostrerà pronta a tutto pur di evitare che finisca in prigione.

 Vincitore dell'Orso d'oro all'ultimo Festival di Berlino, il terzo film di Netzer è una conferma dell'interesse suscitato dal cinema romeno negli ultimi anni e della sua capacità di raccontare gli aspetti più contraddittori del proprio paese. La sceneggiatura del regista e di Razvan Radulescu scava infatti nelle meschinità di una borghesia grigia e prepotente cui si contrappone la semplicità delle classi meno abbienti, simboleggiate dalla famiglia dell'adolescente ucciso.

 In questo schematismo narrativo, sono ben delineati i due caratteri principali, una madre spregiudicata e morbosamente attaccata al figlio e quest'ultimo, inerte e vittima degli eventi ma capace di conservare un senso di giustizia e umanità. Molto preciso in fase di scrittura, il film sconta purtroppo una regia monocorde: nonostante il nervosismo della macchina da presa, in perenne movimento, Nester costruisce lunghe sequenze cui manca il senso della durata, protratte oltre misura, cui avrebbe giovato qualche taglio.

E delude il finale “sospeso”, che lascia una sensazione d'incompiutezza. La puntigliosità descrittiva di ambienti e personaggi consente di farsi un'idea sui disequilibri sociali della Romania contemporanea ma al film manca quella forza narrativa necessaria a farlo imprimere nella memoria.

 


Secondo te quanti euro merita??
 
 
TAG: - Netzer
 

[12-06-2013]

 
Lascia il tuo commento