Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Guardiani della Galassia

di James Gunn. Con Chris Pratt, Zoe Saldana, Vin Diesel, Bradley Cooper

di Rosario Sparti

Il giorno in cui sua madre muore, il piccolo Peter Quill viene misteriosamente risucchiato nello spazio. Yondu, un umanoide dalla pelle blu, non lo consegna a chi di dovere e lo alleva insieme alla sua squadra di fuorilegge noti come Ravager. Ventisei anni dopo, nel 2014, Peter è un audace avventuriero dello spazio che si fa chiamare Star-lord e va a zonzo su una nave lercia, dove ascolta sempre e soltanto la musicassetta che aveva con sé quel fatidico giorno del 1988. Entrato per caso in possesso di una sfera misteriosa, Quill scopre che il feroce Ronan è determinato ad averla per distruggere il pianeta Xandar e molto probabilmente non solo quello. Per sventare il piano apocalittico di Ronan, Peter si allea quindi con una squadra di ricercati come lui: il procione Rocket, mago della meccanica, il suo amico Groot, una creatura dalle sembianze d'albero, la bella e dannata Gamora e il grosso Drax, assetato di vendetta.

Vi presento, vivaddio, il più inusuale cinecomic Marvel che si sia mai visto. Non è un caso che in cabina di regia sieda James Gunn, autore di opere bizzarre come SLITHER e sceneggiatore di cult movie della Troma Entertainment. Insomma, non il classico curriculum da anonimo artigiano. Ovviamente siamo lontani da stravolgimenti autoriali o deviazioni sperimentali, semplicemente il regista ha avuto carta bianca e si vede. A partire dalla colonna sonora, un magnifico mix di brani 70's di artisti come The Runaways e 10cc, che, onestamente, mai avremmo pensato d'ascoltare in un film della Marvel.

L'atmosfera pop creata dalla musica è perseguita durante l'intera durata del film, che spazia tra mille generi: si va dalla fantascienza alla commedia, dal prison movie al western, dall'avventura alla parodia. Si respira un'aria magica, divertente e avventurosa che ricorda il cinema degli anni ottanta. Non stupisce quindi che il film finora abbia fatto sfracelli al botteghino, dato che possiede tutti gli elementi per commuovere e divertire  un pubblico transgenerazionale. D'altronde siamo di fronte all'unica pellicola che sia riuscita negli ultimi anni a far rivivere i brividi di GUERRE STELLARI, pellicola a cui evidentemente guarda il regista, difatti quando si osserva Chris Pratt non si può non pensare al personaggio di Han Solo.

C'è, intatto, tutto lo spirito Marvel - in particolare l'ironia portata da Whedon in THE AVENGERS - ma c'è anche tutta l'intelligenza del regista, che non ha paura di battere strade più irte per cercare di coinvolgere in profondità il pubblico nella narrazione, che scorre fluida e ritmata come raramente accade in questo genere di film. Un prodotto di intrattenimento, certo, ma il migliore possibile su piazza. Quindi non abbiate paura di tornare bambini, godete di questi personaggi che amerete da subito e lasciatevi andare. La realtà resterà fuori dal cinema, ma quando uscirete ne avrete meno paura, dato che i guardiani della galassia saranno ancora lì ad aspettarvi nei vostri pensieri. Si sa che l'unione fa la forza, per questo tutti insieme in sala, alla fine della battaglia, vi sentirete un po' Groot: eroi mascalzoni come Kevin Bacon in FOOTLOOSE. Ora non ci resta che attendere il prossimo "awesome mixtape".
 



votanti: 1
Secondo te quanti euro merita??
 
 
TAG: - gunn - pratt - saldana - diesel
 

[21-10-2014]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE